I colori nel Content Marketing e 5 motivi per usarli

I colori nel Content Marketing e 5 motivi per usarli

Sapevi che i colori possono influenzare significativamente l’efficacia delle tue strategie di comunicazione?

Rifletti: una persona come può rendersi distinguibile? Se pensiamo alla vita al di fuori dei social, possiamo distinguerci con un abito particolare, con i colori che portiamo addosso, o grazie ad un profumo specifico e personale.

Sui social non possiamo di certo usare i profumi: allora sfruttiamo tutto ciò che è visual o sonoro. Oggi parliamo dell’ambito visivo e in particolare dei colori.

Ogni colore evoca infatti un’emozione, una sensazione o è associato a qualcosa di specifico nel neuromarketing. In base al colore puoi influenzare il modo in cui l’utente percepisce la tua azienda, puoi persuaderlo e/o attirare la sua attenzione richiamando valori e sensazioni.

A questo punto, puoi trovare il colore adatto al tuo brand o puoi scegliere una palette di colori che ti renda distinguibile!

 

Il rosa/corallo/salmone

Questi colori, essendo di base calda, rilassano alla vista e richiamano una componente serena e tranquilla.
Si tratta di colori amichevoli: basta pensare all’amica di tutte le bambine e i bambini, Barbie, cui logo è da sempre di colore rosa.

 

Il viola

Il Viola, essendo più acceso, conferisce più forza al colore e trasmette saggezza, creatività e mistero. Non a caso, il viola è associato a brand come Yahoo!, Hallmark Channel o Twitch.

 

Il verde

Se pensiamo al verde non possiamo fare a meno di pensare alla natura, all’ecosostenibilità e al benessere: molti marchi di prodotti vegetali lo utilizzano per marcare il loro legame col mondo bio. Brand come Animal Planet e GreenPeace hanno scelto questo colore per rappresentare il loro marchio. Il verde è infatti anche il colore più rilassante ma allo stesso tempo vitale.

 

Il blu/azzurro

Il blu è un colore fedele, leale, pacifico come il più caro degli amici, ma non si pone in maniera divertente e giocosa: è più professionale e serio. Per questi motivi viene utilizzato dagli studi medici o da brand legati alla scienza, alla farmaceutica come Pfizer oppure da brand che si occupano di comunicazione e assistenza clienti, come nel caso di Facebook che da sempre si propone di tutelare la propria utenza.

 

Il rosso

Il rosso è il colore più caldo di tutti ed è molto deciso: trasmette forza ma anche pericolo, urgenza. I colori caldi come il rosso, nella cultura occidentale, sono associati alle vendite urgenti, agli sconti imperdibili. Trasmettono energia, passione e sono spesso utilizzati dalle catene di fast food come Mc Donald o per le bibite più iconiche come Coca-cola.

(Da notare che in Italia e più in generale in Europa, il Brand Mc Donald ha scelto negli anni 2000 il verde considerando la nostra cultura alimentare tendenzialmente più salutare e poco predisposta al junk food).

Essendo anche il colore del sangue, di certo ti sconsigliamo di usarlo in contesti medici! L’associazione sarebbe immediata.

Insomma, il rosso è un colore da usare con attenzione anche perché porta l’utente ad avere la vista appesantita dopo non molto tempo.

 

Il giallo/arancione

Il giallo è un colore positivo, solare, divertente.

L’anima del giallo è un po’ come il sole dei Teletubbies, simpatico e caloroso. L’arancione è energico, stimolante ed entusiasmante. Questi colori sono rassicuranti e attirano facilmente l’attenzione per la loro natura dinamica. Fanta, Chupa Chups, ma anche Ferrari e Amazon utilizzano questi colori, alcuni di loro combinati anche con il rosso per un effetto ancora più energico e affidabile.

 

Il nero/grigio

Questi colori sono spesso associati all’eleganza, alla stabilità. Il nero può indicare il buio, un contesto cupo, ma anche essere il colore adatto per un brand di lusso. Lo troviamo infatti nel settore moda di lusso con brand come Gucci, Versace e Louis Vuitton fedelmente legati al nero.

 

Il grigio è quell’amico più equilibrato e non eccentrico: non ha bisogno di aiuto, fa il suo dovere e semmai è lui a dare un tocco in più al tuo stile. Il grigio infatti, esalta le sfumature migliori degli altri colori se viene associato ad essi. Brand come Apple e Wikipedia si affidano da sempre al grigio.

 

Se vuoi altre brevi informazioni sull’utilità dei colori per i tuoi contenuti, continuando a leggere l’articolo scoprirai perché sono veramente fondamentali!

 

1. L’ASSENZA DI ALTRI SENSI

Online non si può di certo utilizzare il tatto, il gusto o l’olfatto e, alcune volte, anche i suoni non fanno parte dei meccanismi di vendita online. Va da sé che la vista sia il senso su cui puntare e affidarsi al 100%!

 

2. I BRAND PIU FAMOSI SFRUTTANO I COLORI

Quali marchi ti vengono in mente se ti facciamo pensare al rosso? Forse avrai pensato a Coca Cola, per esempio.

Ogni colore può assumere poi un significato diverso a seconda del Paese in cui ci troviamo ma in ogni caso i colori possono essere utilizzati per rappresentare l’identità ed il tono del tuo marchio.

 

3. DIVENTI MEMORABILE

I colori favoriscono la memorizzazione: diversi studi hanno infatti dimostrato che le immagini o i simboli a colori vengono ricordati facilmente.

Anche il tuo brand, se associato ad un colore, può essere ricordato più facilmente. Questo non vuol dire che tu debba usare colori comuni o scontati: puoi differenziarti e usare associazioni di colore insolite! Anche in questo modo sarà più facile che le persone si ricordino di te.

 

4. GUIDI L’OCCHIO DELL’UTENTE

Attraverso i colori puoi guidare l’attenzione dell’utente verso determinati elementi o sezioni del tuo sito online oppure puoi evidenziare le Call-to-action oltre che altre informazioni importanti. Questo crea una sorta di gerarchia visiva e conduce l’utente ai punti chiave.

Anche nei contenuti social, una parola di un colore diverso rispetto al testo può metterla in risalto e far sì che l’utente sia più portato a ricordarla.

 

5. MANTIENI UNA COERENZA

La tua presenza sui social, il tono che utilizzi e, in questo caso, anche i colori che usi aiutano a creare un’esperienza riconoscibile per il tuo pubblico. L’utente ama l’ordine visivo, la coerenza e pochi accorgimenti possono sia favorire l’approccio iniziale che rendere familiare il tuo brand nei passi successivi.

 

Ovviamente è da considerare il contesto in cui vuoi utilizzare un determinato colore: se vuoi proporre un prodotto o un contenuto gioioso, di certo non potrai utilizzare il colore nero che è proprio dei temi seri e più eleganti; se vuoi trasmettere un messaggio di ecosostenibilità e vicinanza alla natura, il colore più adatto sarà sicuramente il verde e non il grigio e così via.

 

Per finire, identifica bene il tono che vuoi utilizzare online e pensa a quale colore ti “veste” meglio; pensa ad una palette originale, non adagiarti sulle convenzioni e osa pure.

 
Sapevi che, conoscendo l’archetipo del tuo brand, possiamo consigliarti quali colori fanno più al caso tuo?
Scarica la guida e scopri a quale archetipo corrispondi e per ulteriori chiarimenti scrivici!

Hai bisogno di aiuto? scrivici su info@timotico.com

Chat
👋